farrebyc’s block notes

Just another WordPress weblog

File Server con Ubuntu – Parte 2

Posted by farrebyc su 8 febbraio 2008

Update 18.02.2008 – Corretto punto 2.6.1 (modifiche /etc/fstab)

Introduzione

In questa guida spiegherò come installare e configurare un piccolo File Server casalingo utilizzando Ubuntu Server (v. 7.10 – Gutsy Gibbon) e Samba.

Per questa seconda parte della guida ho utilizzato e ‘mixato‘ alcune informazioni trovate su:

Parte 2: Argomenti trattati

  • Hardware: aggiunta dischi
  • Ubuntu Server: configurazione dischi esterni
  • Samba: Estensione configurazione base e test

2.1 Aggiunta Hard Disks

Creare un File Server ed avere a disposizione per la condivisione solo un HD da 80 GB non è il massimo, ho quindi recuperato alcuni dischi che avevo su altri computer e li ho collegati al server; questi sono i dischi che ho aggiunto:

  • Samsung HD400LD, 400 GB, HD Interno PATA/IDE
  • Trekstor DataStation maxi m.u, 500 GB, HD Esterno USB 2.0
  • LaCie P3, 250 GB, HD Esterno USB 2.0

2.2 Preparazione dei punti di mount

Prima di collegare i dischi al server ho creato i punti di mount:

sudo mkdir -p /media/sdb1
sudo mkdir -p /media/sdc1
sudo mkdir -p /media/sdd1

e modificato il file ‘/etc/fstab

sudo vim /etc/fstab

aggiungendo alla fine del file le seguenti righe:

# /dev/sdb1 -> Samsung 400 GB - Media2
/dev/sdb1 /media/sdb1 ext3 defaults,errors=remount-ro 0 1
# /dev/sdc1 -> Trekstor 500 GB - Media3
/dev/sdc1 /media/sdc1 ext3 defaults,errors=remount-ro 0 1
# /dev/sdd1 -> Lacie 250 GB - Media1
/dev/sdd1 /media/sdd1 ext3 defaults,errors=remount-ro 0 1

Ho quindi spento il server, collegato i dischi e controllato che al riavvio tutti i dischi venissero riconosciuti e montati correttamente.

2.3 Abilitazione utenti

Successivamente ho abilitato gli utenti ed impostato i permessi per le cartelle:

sudo chown -R root:users /media/sdb1/
sudo chown -R root:users /media/sdc1/
sudo chown -R root:users /media/sdd1/
sudo chmod -R ug+rwx,o+rx-w /media/sdb1/
sudo chmod -R ug+rwx,o+rx-w /media/sdc1/
sudo chmod -R ug+rwx,o+rx-w /media/sdd1/

2.4 Modifica file di configurazione Samba

Ho poi arrestato il servizio Samba:

sudo /etc/init.d/samba stop

E rieditato il file ‘/etc/samba/smb.conf

sudo vim /etc/samba/smb.conf

Per avere infine questa situazione

[global]
workgroup = WGROUP
netbiosname = GUTSYSERVER
server string = file server Linux
security = USER
smb passwd file = /etc/samba/smbpasswd
encrypt passwords = YES

[landisk1]
comment = 400 GB Samsung
path = /media/sdb1
valid users = utente1 utente2 utente3
create mask = 0777
directory mask = 0777
hide dot files = YES
writable = YES

[landisk2]
comment = 500 GB Trekstor
path = /media/sdc1
valid users = utente1 utente2 utente3
create mask = 0777
directory mask = 0777
hide dot files = YES
writable = YES

[landisk3]
comment = 250 GB Lacie
path = /media/sdd1
valid users = utente1 utente2 utente3
create mask = 0777
directory mask = 0777
hide dot files = YES
writable = YES

Dopo aver modificato e salvato il file ho riavviato il servizio Samba:

sudo /etc/init.d/samba start

2.5 Test nuove condivisioni

A questo punto è possibile testare la nuova configurazione così come è stato fatto al punto 1.8 della prima parte di questa guida.

2.5.1 Per connettersi da un PC Ubuntu:

  • Selezionare la voce ‘Rete‘ dal menù ‘Risorse‘; si aprirà una finestra di Nautilus che mostrerà tutti i PC visibili in quel momento, ‘GUTSYSERVER‘ dovrebbe essere tra questi.
    (nel caso non fosse così: provare ad inserire ‘smb://gutsyserver‘ nella ‘barra di posizione‘ di Nautilus)
  • Selezionare ‘GUTSYSERVER‘ con un doppio click del mouse, Nautilus dovrebbe ora mostrare le cartelle condivise ‘landisk1‘, ‘landisk2‘ e ‘landisk3‘.
  • Provando ad accedere ad una di queste cartelle il sistema mostrerà una finestra di ‘Richiesta autenticazione’, qui è necessario inserire il nome e la password di uno degli utenti precedentemente creati.

2.5.2 Per connettersi da un PC Windows:

  • Aprire ‘Esplora risorse
  • Selezionare ‘Risorse di Rete / Tutta la Rete / Rete di Microsoft Windows / WGROUP
  • Selezionare quindi con un doppio click del mouse la voce: ‘File Server Linux (Gutsyserver)
  • Anche in questo caso verrà mostrata una finestra che richederà di inserire nome utente e password

In entrambi i casi, dopo l’autenticazione e se tutto è andato correttamente, sarà possibile utilizzare le nuove cartelle condivise.

2.6 Connessione automatica delle condivisioni per i client

Per evitare di dover connettere manualmente le condivisioni ad ogni riavvio del proprio pc è possibile impostare che queste vengano montate in automatico, ecco come fare:

2.6.1 Per un client Ubuntu (o GNU/Linux in generale)

Come prima cosa è necessario creare i punti di mount:

sudo mkdir -p /mnt/LanDisk1
sudo mkdir -p /mnt/LanDisk2
sudo mkdir -p /mnt/LanDisk3

Successivamente bisogna modificare il file ‘/etc/fstab

sudo vim /etc/fstab

aggiungendo alla fine le seguenti righe:

# RaF - Mount automatico delle shares Samba
# utilizzo cifs invece di smbfs
//192.168.0.101/landisk1 /mnt/LanDisk1 cifs username=usr,password=pwd,uid=1000,gid=1000,iocharset=utf8,dir_mode=0777,file_mode=0777,user,rw 0 0
//192.168.0.101/landisk2 /mnt/LanDisk2 cifs username=usr,password=pwd,uid=1000,gid=1000,iocharset=utf8,dir_mode=0777,file_mode=0777,user,rw 0 0
//192.168.0.101/landisk3 /mnt/LanDisk3 cifs username=usr,password=pwd,uid=1000,gid=1000,iocharset=utf8,dir_mode=0777,file_mode=0777,user,rw 0 0

Nota: il nome (‘usr’), la password (‘pwd’) e l’id (uid) dell’utente così come il suo id di gruppo (gid) sono da adattare alla situazione che ognuno ha sul proprio computer.

2.6.2 Per un client Windows XP:

  • Aprire ‘Esplora risorse
  • Selezionare ‘Strumenti / Connetti unità di rete…
  • Verrà quindi aperta la finestra ‘Connessione unità di rete
  • Nella casella ‘Unità‘ selezionare una lettera da assegnare alla connessione
  • Digitare ‘\\gutsyserver\landisk1‘ nel campo ‘Cartella
  • Vistare il check-box ‘Riconnetti all’avvio
  • Selezionare il link ‘Connettersi con un nome utente diverso
  • Si aprirà quindi la finestra ‘Connessione…
  • Digitare i dati appropriati nei campi ‘Nome utente‘ e ‘Password
  • Premere ‘OK
  • Ritornati alla finestra ‘Connessione unità di rete‘ Premere ‘Fine
  • Ripetere questi passi per le altre condivisioni che si intende connettere
  • Nota: In WinXP è necessario reimmettere la password dopo ogni riavvio al primo accesso alla condivisione

Guida – File Server con Ubuntu

Parte 1 — Parte 2

Annunci

2 Risposte to “File Server con Ubuntu – Parte 2”

  1. […] Parte 1 — Parte 2 […]

  2. […] più letti Installare cairo-dock su UbuntuMythTV su Ubuntu – Parte 3File Server con Ubuntu – Parte 1File Server con Ubuntu – Parte 2MythTV su Ubuntu – Parte 2Tuoni, fulmini, lampi e saetteMythbuntu Linux Media CenterMythTV su Ubuntu […]

Sorry, the comment form is closed at this time.